Sguardo su una vita di letture (parte prima)

Spesso si sente chiedere “qual è il libro che ti ha cambiato la vita?” È una domanda difficile. Io non so rispondere. Sono una forte lettrice e tanti libri mi hanno dato qualcosa, molti mi sono rimasti impressi per alcune caratteristiche, altri mi hanno lasciata indifferente e tanti non mi sono piaciuti. Ho cominciato a… Continua a leggere Sguardo su una vita di letture (parte prima)

Pasqua significa

Riflessioni dopo la lettura di Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin. Pasqua significa "passaggio oltre un ostacolo". Ci sono libri che vengono letti al momento giusto, e quello che ho appena letto, “Cambiare l’acqua ai fiori” di Valérie Perrin, è uno dei libri più belli che abbia letto nella mia vita. È un libro… Continua a leggere Pasqua significa

… Seguendo il filo dei ricordi – Il Professore di italiano III

 Desidero aggiungere ai ricordi di Liceo delle mie due amiche e compagne di scuola, una miscellanea di chicche che hanno alleggerito alcune lezioni, data la loro comicità. La mia memoria, ovviamente, non è così ferrea. Ho solo recuperato ciò che avevo diligentemente e fedelmente trascritto allora. Le frasi sono state pronunciate da vari professori dei… Continua a leggere … Seguendo il filo dei ricordi – Il Professore di italiano III

“Cosmetica del nemico” di Amélie Nothomb: la lezione dentro il romanzo

Cosmetica del nemico (titolo originale : “Cosmétique de l’ennemi”) è un’opera di Amélie Nothomb, scrittrice belga, vincitrice di numerosi premi letterari. Nella sala d’attesa di un aeroporto, ha luogo una conversazione tra Textor Texel e  Jerome Anguste. Quest’ultimo, schivo e brusco, vive la circostanza come uno scambio indesiderato, tanto più che è già innervosito dal… Continua a leggere “Cosmetica del nemico” di Amélie Nothomb: la lezione dentro il romanzo

Assurdo e Solidarietà in Camus

Nel romanzo L’Etranger (Lo Straniero), Camus esprime in modo sublime l’Assurdo. Tutto è assurdo nella vita: il protagonista, Meursault, si lascia vivere, è passivo, perché la vita è un susseguirsi di azioni quotidiane sempre uguali: alzarsi, andare al lavoro, mangiare, tornare al lavoro, andare a letto. Non esistono contatti con gli altri, perché ognuno vive… Continua a leggere Assurdo e Solidarietà in Camus