A prima vista: The Resident

  • Genere: Medical
  • Creatori: Amy Holden Jones, Hayley Schore, Roshan Sethi
  • Stagioni: 3
  • Episodi: 57
  • Paese: USA
  • Distribuzione: Fox
  • Data di uscita: 21 gennaio 2018
  • Data di uscita in Italia: 5 marzo 2018 (Fox Life)
  • Attori principali: Matt Czruchry, Emily VanCamp, Manish Dayal, Bruce Greenwood
  • In attesa di possibile rinnovo per stagione 4

The Resident è un medical drama che da qualche settimana, negli Stati Uniti, è in onda su Fox. In Italia arriverà a marzo su Fox Life. Il primo episodio ci introduce a un giovane medico al suo primo giorno di lavoro che finisce sotto le grinfie di un superiore che all’apparenza sembra il diavolo in persona. Sembra familiare? Quale altro FAMOSISSIMO medical drama comincia praticamente allo stesso modo? Proprio così, Grey’s Anatomy. E sappiamo tutti che, per quanto il dottor Conrad Hawkins (Matt Czruchry) possa essere cattivo, non è niente in confronto alla Dottoressa Bailey.

E, proprio come in Grey’s Anatomy, si scopre che in realtà Conrad è il migliore dei medici ed è un buono. Il vero cattivo è un altro. Ed è qui che la serie si differenzia da E.R., Chicago Med e simili. Il primario di chirurgia è il vero antagonista. Lo si capisce dalla primissima scena, quando per errore uccide un paziente in sala operatoria e ricatta lo staff presente per convincere tutti a mentire sulle cause della morte. Il Dottor Bell è un medico famoso (ha addirittura cartelloni pubblicitari con la sua fotografia in giro per la città), ma ha dei tremori alle mani e tutti, in ospedale, sanno che uccide più pazienti di quanti ne salvi, tanto che viene soprannominato dottor Mengele (medico nazista che faceva esperimenti sui prigionieri di Auschwitz). E’ però proprio Bell ad avere il potere, perciò nessuno riesce a fermarlo, anche se diventa palese subito al pubblico che è questa l’intenzione di Conrad.

The_Resident2

A differenza di Grey’s Anatomy, inoltre, le storie d’amore tra i letti dell’ospedale sono un po’ meno al centro dell’attenzione. Conrad ha un passato amoroso con una delle infermiere, Nic (Emily VanCamp), e vuole riconquistarla. I due stanno benissimo insieme, ma forse più per i loro ruoli precedenti che per quelli attuali. VanCamp interpretava Emily/Amanda nella adrenalitica Revenge, mentre Czruchry era Cary in The Good Wife. E quei loro personaggi sarebbero stati benissimo insieme.

Czruchry è abbastanza credibile anche nei panni di uno dei medici più bravi che ci siano, uno di quelli che “vuole fare la cosa giusta”, ma a cui non interessa stare sotto i riflettori (e in questo ricorda un po’ Dottor House).

La regia passa da inquadrature classiche a quelle di soggettiva in cui vediamo la scena con gli occhi di uno dei poveri pazienti spaventati. Un modo interessante di mostrare un ospedale, per rendere il pubblico più empatico e per mostrare situazioni già viste e riviste sotto un nuovo punto di vista.

La prima puntata non è eccellente, ma è abbastanza intrigante da voler vedere anche la seconda. Ed è qui che crolla tutto. Il secondo episodio è molto più noioso, con una trama già vista almeno 15 volte in televisione. The Resident è destinata a morire per portare sugli schermi troppa noia? O saprà riprendersi l’attenzione del pubblico? Tra qualche mese sapremo la risposta!

  • Recitazione: 7,5/10
  • Storia: 6,5/10
  • Qualità: 7/10
  • Regia: 7,5/10

Ecco il trailer:

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...