A prima vista: Alone Together

  • Genere: Comedy
  • Creatori: Benji Aflalo, Esther Povitsky, Eben Russell
  • Stagioni: 2
  • Episodi: 20
  • Paese: USA
  • Distribuzione: Freeform
  • Data di uscita: 10 gennaio 2018
  • Data di uscita in Italia: ?
  • Attori principali: Esther Povitsky, Benji Aflalo
  • Status: cancellata dopo 2 stagioni

Alone Together è una serie tv molto diversa da qualsiasi altra. Nel bene e nel male.

E’ stata creata da Benji e Esther che interpretano anche i due protagonisti (che si chiamano Benji e Esther), due amici sulla trentina che si aiutano a vicenda per superare gli ostacoli che incontrano in una Los Angeles ossessionata dall’apparenza e dal mantenimento dello status quo.

L’idea è venuta a Esther Povitsky che, nel 2015, ha scritto, diretto e recitato in un corto chiamato proprio Alone Together, da cui poi è nata l’idea per la serie.

Freeform ha deciso di produrre e distribuire questo prodotto che si allontana un po’ da quello che siamo abitutati a vedere su questa rete: è una serie adulta, realistica, lontana dai teen drama e dalla serie family che di solito sceglie Freeform. La rete ha però serie intenzioni, avendo rinnovato Alone Together per una seconda stagione ancora prima che quella attuale cominciasse ad essere distribuita.

Questa serie mi ricorda quelle che andavano di moda a cavallo degli anni 2000 che non avevano un vero e proprio copione, ma solo un canovaccio e gli attori improvvisavano. Non ero una fan di questo tipo di serie all’epoca e non la sono ora, perché rende il tutto insopportabilmente noioso, ma bisogna ammettere che ci sono degli elementi interessanti in Alone Together. Innanzitutto, viene perfettamente descritta la vita liquida che si vive a Los Angeles, o almeno, che noi immaginiamo si viva in quella città. Nessuno di questi ragazzi ha un lavoro “d’ufficio”, tutti cercano attività ricreative e divertenti. I due protagonisti, nel pilot, decidono di andare nella casa di Malibu di uno dei due per fare 48 ore di depurazione bevendo succhi come fa una star famosa. Qui incontrano persone che si fanno di cocaina come se niente fosse. Tutto normale, nulla di cui parlare.

Eppure, sono proprio Esther e Benji i più fuori luogo. Non sono belli, non sono interessanti, sono commedianti, ma non sembrano avere alcuna idea su cui creare sketch o di cui parlare in generale. Si lasciano trasportare dalla propria vita, prendendo tutto come viene, senza avere obiettivi di alcun genere, almeno apparentemente.

Alone_Together2.png

E’ interessante perché è qualcosa di diverso dal solito, che in televisione non si vede spesso, considerando che anzi, le reti televisive sono quelle che spesso danno l’imprinting per lo status quo. Una puntata intera che si basa sul nulla, senza capo né coda, ma creata in modo da volerci comunicare che è proprio questo che non va bene.

Ci sono battute comiche diverse dal solito che danno un ritmo del tutto particolare alla serie e che mostrano gli stereotipi più comuni sotto una nuova luce che spesso fa dire tra sé e sé: “ah, non ci avevo pensato!”. Se volete capire cosa intendo, guardate Alone Together.

Per chi non è disturbato dal fatto che la serie sia girata un po’ come se fosse un reality, può essere un’occasione per scoprire qualcosa di nuovo e inaspettato, fuori dal quadrato e fuori, appunto, dallo status quo.

  • Recitazione: 7/10
  • Storia: 8/10
  • Qualità: 8/10
  • Regia: 5/10

Ecco il trailer:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...