Roy Price, molestie sessuali e Good Girls Revolt

Voglio raccontarvi una storia interessante, soprattutto in questo periodo storico e culturale in cui si stanno alzando (finalmente) moltitudini di voci contro le molestie sessuali fatte da uomini su donne, uomini che hanno usufruito della loro posizione di potere per ottenere ciò che volevano.

Uno di questi uomini è Roy Price. Era il presidente del dipartimento di sviluppo degli Amazon Studios. Ma ora non lo è più.

Cominciamo però dall’inizio, per non creare confusione.

Good_Girls_Revolt.jpgGood Girls Revolt è una serie basata sul romanzo “The Good Girls Revolt”, scritto da Lynn Povich. Narra fatti realmente accaduti. E’ ambientata nel 1969 e segue le vicende di un gruppo di giovani ricercatrici nel giornale “News of the Week”. Queste donne sono molto preparate, talentuose, ma nonostante ciò vengono pagate molto meno delle loro controparti maschili, oltre al fatto che quando riescono a farsi pubblicare un articolo sul giornale, esso viene firmato con il nome di un uomo. Vengono private persino della loro proprietà intellettuale. Alcune di queste donne, allora, decidono di farsi aiutare da un avvocato (donna) e di agire legalmente contro queste discriminazioni sessuali, pur sapendo di rischiare il posto di lavoro e di mettere a repentaglio le loro carriere.

La prima stagione della serie è stata distribuita su Amazon Prime Video il 28 ottobre 2016. Ha subito ricevuto critiche positive. Alcuni la hanno addirittura chiamata la versione femminile di Mad Men, almeno a livello di importanza dei fatti storici rappresentati. Nonostante questo, a inizio dicembre dello stesso anno, la serie è stata cancellata. Amazon ha dichiarato che la decisione era dovuta ai pochi ascolti che la serie aveva ottenuto. Ma indovinate chi ha preso la decisione di cancellarla? Proprio Roy Price, all’epoca ancora presidente in carica.

Roy_Price.jpgFacciamo un salto nel tempo. Il 12 ottobre 2017, Hollywood Reporter ha pubblicato un pezzo in cui Isa Hackett (produttrice di The Man in the High Castle e Philip K. Dick’s Electric Dreams) ha dichiarato di essere stata molestata sessualmente da Price nel 2015 e che Price non aveva fatto nulla quando l’attrice Rose McGowan gli aveva detto che Harvey Weinstein la aveva a sua volta molestata. La forza dell’articolo è potenziata dal fatto che il 25 agosto precedente, The Information aveva pubblicato un pezzo che rivelava che Amazon aveva investigato un caso di molestia denunciato da Hackett. Tutto questo ha portato al licenziamento di Price – e alla rottura del suo fidanzamento.

Vedete l’ironia? Se ancora non fosse evidente, lo diventerà presto. La creatrice della serie Good Girls Revolt, Dana Calvo, ha di recente affermato che Roy Price non ha mai guardato la serie prima di cancellarla. Nelle riunioni si riferiva ai personaggi della serie con i nomi delle attrici che le interpretavano, cosa molto inusuale e dovuta probabilmente al fatto che Price stesso non conosceva i nomi dei personaggi.

Molte attrici, parte del cast della serie, hanno notato l’ironia della cancellazione di una serie che narra delle prime accuse di discriminazione sessuale da parte di un uomo accusato di molestie sessuali.

Tweet_AnnaCamp.JPG

Povich ha twittato poi dicendo che un revival della serie è necessario ora più che mai.

Tweet_Lynn_Povich.JPG

Quindi, guardate Good Girls Revolt. Guardatela tutta. E speriamo che il buzz che le si è creato intorno in questi ultimi mesi serva per ottenere una seconda stagione, perché vi assicuro che se la merita. Di sicuro merita almeno di essere vista di chi deve prendere decisioni sulla sua esistenza. Albert Cheng, presidente ad interim, dovrebbe almeno avere la decenza di prenderla nuovamente in considerazione, almeno per darle una possibilità tanto quanto la dà a serie su argomenti meno “fastidiosi” per gli uomini (intesi come genere maschile).

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...