Serie tv in uscita a gennaio 2017

Rieccoci in un nuovo anno e con nuove iniziative. La prima è questa: ogni mese scriverò un post sulle serie in uscita negli USA e in Italia. Essendo gennaio il primo mese dell’anno, ci sono parecchie nuove serie che usciranno, alcune molto promettenti, altre un po’ meno. Cominciamo subito, perché l’elenco è lungo!

Serie in uscita negli USA

Questo mese ci sono almeno 4 nuove serie in onda sugli schermi americani.

Emerald City (dal 6 gennaio su NBC)Emerald-City-season-1-tv-poster-NBC.jpg

Come si può dedurre dal nome, la storia è ispirata a “Il mago di Oz”, di L. Frank Baum. La
protagonista è ovviamente Dorothy (Adria Arjona), infermiera ventenne che a causa di un tornado viene trasportata dal Kansas a Oz. Si mette quindi a cercare il mago, non sapendo che su di lei pende una profezia che cambierà la vita a lei e a chi la circonda. Ci sono state critiche sia positive che negative per quanto riguarda le prime due puntate. Qualcuno ha definito la serie un’unione tra “Il trono di spade” e “Il mago di Oz” di cui nessuno sentiva il bisogno. Hanno comunque guardato i primi due episodi 4 milioni di americani.

Ransom (dal 1 gennaio su CBS)

La serie segue le vicende di un esperto di crisi e negoziatore in situazione di ostaggi.

È una serie co-prodotta da Canada, Francia, Stati Uniti e Germania. La prima stagione dovrebbe essere divisa in 13 episodi. Il primo episodio è stato visto, negli USA, da più di 6 milioni e mezzo di persone; il secondo, tuttavia, andato in onda il 7 gennaio, non ha avuto lo stesso successo, ottenendo uno share di 3 milioni di spettatori.

The Mick (dal 1 gennaio su Fox)

mv5bmtk5nda0nzmxm15bml5banbnxkftztgwodc2mzq4mdi-_v1_uy268_cr30182268_al_

Questa sitcom vede come protagonista Kaitlin Olson, nota a chi guarda “C’è sempre il sole a Philadelphia” (in Italia in onda su Fox). Si tratta di una donna che deve andare a tenere sotto controllo i nipoti quando la sorella e il cognato vengono arrestati per frode. Le critiche non sono troppo positive, almeno per quanto riguarda i primi due episodi, confermando la bravura della Olson ma dichiarando che non è abbastanza per rendere interessante una serie tendenzialmente noiosa.

Beyond (dal 2 febbraio su Freeform)

Holden Matthews ha 15 anni quando in un bosco fa uno strano incontro, dal sapore ultraterrestre, e va in coma. Si risveglia 12 anni dopo, adulto e perfettamente in grado di muoversi e parlare, senza alcuna apparente conseguenza dovuta al lungo sonno. Presto, però, Holden capisce che gli è successo qualcosa, in quei 12 anni, per cui si ritrova con strani poteri e persone che lo inseguono.

Ecco le serie che stanno cominciando in queste settimane oltre oceano e che, per il momento, non sembrano mettere piede in Italia. Altre, però, escono contemporaneamente (o quasi) negli USA e qui, principalmente grazie a Netflix e Amazon Video.

A series of Unfortunate Events (dal 13 gennaio su Netflix)

mv5bmtuxmjizodi0nv5bml5banbnxkftztgwmdk3oti2mdi-_v1_uy268_cr30182268_al_

Chi ha visto il film del 2004 sa già cosa aspettarsi, almeno credo. Neal Patrick Harris (Barney di “How I met your mother“) interpreta il crudele Olaf che mette in continuazione in pericolo I fratelli Baudelaire. Come sempre, intorno alle serie Netflix prima che vengano rilasciate, c’è mistero intorno alla storia, ma le critiche sono molto positive. Fortunatamente manca veramente poco per poterla vedere.

Riverdale (dal 27 gennaio su Netflix)

Questa serie non è prodotta da Netflix, ma da The CW. Negli USA uscirà una puntata a settimana che, dal giorno seguente, sarà disponibile sulla piattaforma di Netflix per il resto del mondo. Questa serie si basa su un fumetto che io non conosco, ma che a quanto pare è molto famoso. La categoria in cui viene inserito è teen drama e mystery. Tra i protagonisti c’è anche Cole Sporuse (Cody di “Zack e Cody al grand Hotel“). Le critiche, in generale, sono piuttosto positive.

Giorno per giorno (dal 6 gennaio su Neflix)

545fbbef5f56a9e5fadd972d85f7c349404a31f3

È una sitcom su una famiglia cubano-americana formata da una madre veterano di guerra, un figlio un po’ particolare e una figlia femminista convinta. Anche la nonna fa parte di questa famiglia non proprio tradizionale. Le critiche sono molto positive (come quelle di quasi tutte, se non tutte, le serie Netflix).

Sneaky Pete (dal 13 gennaio su Amazon Prime Video)

Non so molto su questa serie, se non che è una serie crime con protagonista Giovanni Ribisi (“Selma”, “Gangster Squad”, “Avatar”, “Friends”) e Bryan Cranston (“Breaking Bad”). Forse questi due nomi da soli bastano per rendermi interessata almeno al primo episodio

Non è finita qui! Ecco, infine, le serie che usciranno in Italia ma che sono già state trasmesse nel Paese d’origine.

Conviction (dal 22 gennaio su Fox Life)MV5BNDU5OTc0ODg0NF5BMl5BanBnXkFtZTgwNDMzNzMwMDI@._V1_UY1200_CR135,0,630,1200_AL_.jpg

La serie segue le vicende di Hayes Morrison (Hayley Atwell), avvocato che viene costretta a divenire capo della “Conviction Integrity Unit” per indagare su casi già chiusi di cui c’è sospetto di errore.

La serie di per sé non ha niente di particolarmente originale, quindi non c’è da stupirsi se verrà cancellata dopo la prima stagione.

Notorious (dal 16 gennaio su Fox Life)

Questa serie non ha niente a che fare con il film di Hitchcock, se ve lo state chiedendo. Narra le vicende di una produttrice di un notiziario e di un avvocato che lavorano insieme nei vari casi che li circondano. Questa serie non verrà rinnovata per una seconda stagione.

Atlanta (dal 19 gennaio su Fox)

downloadHa appena vinto il Golden Globe come migliore serie comedy, quindi, a differenza delle precedenti, ha forti possibilità di essere promossa per una seconda stagione.

La serie è stata pensata e viene interpretata da Donald Glover. Tratta di due cugini che cercano di diventare famosi nel mondo rap di Atlanta. Le critiche sono molto positive e parlano di un umorismo unico del protagonista e creatore Glover.

Ecco l’elenco delle serie che stanno cominciando in questi giorni. Buona visione e a presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...